Cartomanzia o tarologia, quale scegliere?


Qual è la differenza fra cartomanzia e tarologia? Come sapere di cosa abbiamo bisogno in questo momento?

Si tratta di un argomento molto dibattuto negli ultimi anni, che spesso ha generato dubbi e incertezze tra i meno esperti del settore. Cercherò quindi con questo articolo di semplificare il tema e chiarire i vostri principali dubbi a proposito.


La tarologia è una disciplina molto ampia che attinge e si connette a materie quali la psicologia, la metafisica, la simbologia esoterica, la moderna/antichissima psicologia karmica ed energetica. Non viene solitamente associata a scopi predittivi o divinatori ma semmai risulta indissolubilmente legata ad uno studio dell'animo umano a 360 gradi. In tal modo permette di di comprendere di cosa ha bisogno in consultante nel momento presente, quale stadio evolutivo la sua anima sta attraversando e di dare consigli mirati alle specifiche necessità dell'individuo.


La cartomanzia, al contrario, trae origine dalla tradizione popolare, ha uno scopo puramente divinatorio, e ciò la rende una disciplina molto limitante per diversi motivi:

  • perché chi si rivolge al cartomante per conoscere il proprio futuro è colui che crede di non avere potere sul proprio futuro;

  • perché chi si rivolge al cartomante sta mettendo il proprio potere personale nelle mani di un'altra persona, di un perfetto sconosciuto nella maggior parte dei casi, e si sta completamente fidando e affidando;

  • perché, soprattutto, il futuro non esiste! Esistono invece probabilità che possono essere osservate e calcolate.

Il futuro previsto durante una lettura di tarocchi (o tramite l'uso di altri strumenti) può verificarsi o meno, può cambiare, trasformarsi, arrivare in anticipo sui tempi previsti o slittare in avanti nel tempo e quindi... quale è la giustificazione del cartomante al riguardo? Un bravo professionista vi risponderà che la previsione non è altro che l'espressione della probabilità che qualcosa accada, appunto, mentre il cartomante inesperto, poverino, accamperà banali scuse e balbetterà qualcosa su questo famigerato futuro, che talvolta può cambiare e per motivi sconosciuti spesso risulta imprevedibile.


Ecco, io ritengo che la bravura di chi opera nel mondo della divinazione non può essere basata solo sulla passione, su una naturale predisposizione innata o su una tradizione familiare, ma richieda semmai lo studio approfondito della disciplina in questione e di tutto ciò che ad essa è correlato.

Il tarologo, così come il cartomante esperto, non solo sa che la previsione del futuro è la mera visione di una probabilità tra tante, ma è anche in grado di calcolare questa probabilità e di osservare le infinite possibilità collaterali che l'universo offre in alternativa al consultante (a questo scopo nasce il Metodo Maya, per preparare lo studente/aspirante tarologo su tali aspetti fondamentali delle arti divinatorie, permettendogli di distinguersi dalla massa di cartomanti, in un contesto esterno per nulla strutturato, ma al contrario confuso e improvvisato, in cui proprio i principi basilari su cui fonda la divinazione sembrano passare totalmente in sordina).


Il professionista dunque:

  • è in grado di connettersi e parlare direttamente all'anima della persona, di comprendere in quale stadio evolutivo essa si trovi e di cosa ha realmente bisogno per superare le difficoltà del momento;

  • può dare consigli utilissimi al consultante, allo scopo di cambiare o trasformare gli accadimenti futuri, permettendogli di prendere in mano le redini della propria vita;

  • non assume/ruba il potere del prossimo, anzi, lo restituisce a chi lo ha da sempre ceduto ad altri, riposizionando l'individuo al centro del suo universo, insegnandogli a creare la realtà migliore per se stesso o per chi gli sta intorno.

Quando scegliete di partecipare ad un corso di cartomanzia, sappiate che imparare a leggere le carte per prevedere il futuro non vi dà la chiave di accesso per l’anima dell'uomo. Al contrario, un buon corso di tarologia (evidentemente più complesso, lungo e completo) vi introdurrà al mondo della crescita personale, della conoscenza approfondita dell’essere umano.


Uni dei principi fondamentali che insegno ai miei studenti è che noi esseri umani siamo come macchine, computer, lavoriamo e agiamo in maniera totalmente automatica ed è per questo che, in particolare, è più facile prevedere il futuro di coloro che non usano il loro libero arbitrio, ma che si lasciano condizionare dalle energie (energie degli altri, energie cosmiche, energie dei pianeti, ecc).


Eccovi un esempio pratico: se una persona ha un carattere irascibile, per cui si arrabbia rapidamente o si sente facilmente in colpa e una seconda persona sa esattamente quali tasti toccare per colpirlo emotivamente o per fargli perdere la calma... il primo è rovinato! La seconda persona (partner, datore di lavoro, genitore o figlio) potrà utilizzare delle semplicissime tecniche per farlo arrabbiare o sentire in colpa ogni volta che vuole e di conseguenza manipolarlo!

In questo scenario è molto facile prevedere il futuro: basta osservare tramite i tarocchi o un qualsiasi altro strumento le energie in gioco, quelle che condizionano nel presente o che condizioneranno nel futuro la persona irascibile per capire come reagirà.


Quelle persone che invece utilizzano con più frequenza e autocontrollo il loro libero arbitrio (la facoltà di scelta guidata dalla ragione del sé spirituale) e non si lasciano trascinare passivamente dalle emozioni, sono coloro che tentano tutti i giorni della loro vita di cambiare e trasformare se stessi in persone migliori, di crescere, di evolvere, perché percepiscono che qualcuno o qualcosa (un energia esterna o interna) li sta condizionando.

Questi sono coloro i quali riescono a distaccarsi dall'emotività eccessiva e incontrollata, questi sono individui capaci di cambiare il loro futuro, guidarlo, crearlo momento dopo momento, ecco perchè il loro futuro è estremamente difficile da prevedere.

Quando io, ogni mese, pubblico le mie letture mensili e prevedo il futuro dei 12 segni zodiacali, secondo voi come riesco a farlo? Quale meccanismo sta alla base di tali previsioni generiche?

Semplice! Mi basta scrutare, tramite le lame del mio mazzo di tarocchi, quali energie planetarie condizioneranno quel determinato segno zodiacale in quello specifico mese/periodo. A questo punto, dato che siamo quasi tutti degli automi sui quali basta schiacciare il bottone giusto per scatenare una certa reazione, conoscendo tali energie che influenzano il segno zodiacale in questione, posso, più o meno precisamente, prevedere cosa accadrà ai nati sotto il segno zodiacale in questione.

Come vedete, non ci sono dietro grossi trucchi, bisogna semplicemente conoscere i meccanismi, e sono proprio questi che insegno ai miei studenti/aspiranti tarologi.

I miei corsi non sono per tutti, questo è ovvio: non sono per chi preferisce rivolgersi al mondo della cartomanzia pura e semplice, per chi desidera solamente sapere che cosa accadrà domani, affidando il proprio potere al destino, alle stelle o a qualcun altro.

Non tutti sono pronti a guardare il mondo con un certo livello di consapevolezza, non tutti sono pronti ad analizzare se stessi e gli altri in modo profondo e privo di giudizio, non tutti sono pronti a studiare la natura umana oltre le convenzioni e gli stereotipi, per comprendere i veri meccanismi che guidano gli esseri umani.


Dunque il mio invito è per quelli di voi che sono intenzionati a scoprire cos'è la tarologia!

Chi tra voi è pronto sarà il benvenuto tra i miei studenti.

44 visualizzazioni0 commenti